L’Amore

Vento d’estate

Vento d’estate

Kara era distesa al sole, l’estate era ormai volgente al tramonto e lei desiderava godersi ogni ulteriore, ultimo istante di calore, carpire ogni più piccolo raggio di luce, fino all’esauribile. Era una donna sola, o meglio, amava la solitudine, sebbene conservasse in sé il sogno tipicamente fanciullesco dell’amore romantico. Non che fosse particolarmente disincantata, o delusa, pur avendo ricevuto serie bastonate dagli uomini, ma non aveva dato loro quel peso irreversibilmente traumatico. Aveva superato ciascuna cosa con estrema nonchalance, ed anzi aveva acquisito preziosi insegnamenti, stante il fatto che per lei facevano parte di un bagaglio personale, tutte esperienze di vita che di fondo l’avevano formata, resa quel che era, e francamente era diventata una...

read more
error: Contenuto protetto da Copyright