Fate del Quinto Elemento

Razza segreta, quella del Quinto Elemento. Una razza spirituale, celestiale, che ha l’onorevole compito di formare la Corte della Regina.

Noi Fate del Quinto Elemento, fisicamente siamo piuttosto diverse dalle altre Fate, in quanto abbiamo un aspetto etereo, evanescente, che quasi si scompone con l’aria. Siamo più alte e meno colorate, viaggiamo sui toni argentei e platinati soffusi, anche dorati, ma riflettenti e luminosi, e le nostre caratteristiche fisiche non sono preordinate, sono mutevoli come lo Spirito, che può assumere qualsiasi forma.

Non abbiamo un colore specifico, possiamo inglobare qualunque colore a seconda dell’osservante, ma nel nostro mondo siamo viste come realmente siamo, con una consistenza semitrasparente dai riflessi argentei che brillano alla luce.

Inafferrabili ai sensi, appariamo come pallide fanciulle, e nei sogni siamo responsabili del Divino, della Luce Celeste e siamo il canale di contatto, alla stregua degli Angeli. Vi portiamo l’occulto e l’arcano, rievochiamo i vostri ricordi ancestrali sopiti nella vostra memoria, collegandoli ad esperienze presenti affinché possiate dirigervi nella giusta direzione.



Noi siamo nate, o meglio, ci siamo formate dall’incontro tra Spirito e Natura, al momento della creazione degli Elementi Naturali. La Quintessenza è come un collante, è l’Elemento dell’anima, che viaggia nell’etere quando perde sostanza. Elemento primordiale, è stato il primo ad avere origine, come noi Fate del Quinto Elemento, che siamo state le prime Fate a prendere forma, sempre dopo la Regina che fu la prima in assoluto.

Sagge e consigliere, sono le più prossime alla Regina, costituiscono la sua Corte e fanno da tramite con i piani divini. Io non faccio più parte della Corte, ne sono uscita perché il richiamo era troppo forte. Tempo e tempo ci è voluto, ma alla fine ho trovato la mia missione, lontana dal Castello, sono ufficialmente diventata la Fata delle Favole, una cantrice delle gesta del mio mondo, ed è per questo che sono qui, per darvi un assaggio della magia dei nostri fatati regni.

La nostra magia è molto più potente delle altre Fate, dato che ingloba anche la magia dello Spirito, ed è in continua evoluzione, perenne espansione, poiché è talmente ricca che viene da noi scoperta gradualmente, in base alla maturità che man mano acquistiamo.

Ci chiamano Spiritalis, come tradotto nella vostra lingua in Latino, perché come vi ho già accennato i nostri nomi sono incomprensibili all’orecchio umano, sono suoni inudibili ai vostri sensi, una lingua che non potete ascoltare, una lingua antica quanto il mondo. Tuttavia, per presentarci agli Umani, in quei rari casi che si propongono in via del tutto eccezionale, traslitteriamo i nostri nomi nella lingua più prossima alla nostra, che è appunto il Latino, nato dopo di noi e per noi. Per avere un contatto verbale con voi.



Nei sogni vi parliamo la nostra lingua segreta, e se non riuscite comunque a comprenderla il vostro subconscio ne afferra il senso, anche se difficile poi relazionarlo alla vita pratica, alla realtà che vi circonda. Sono consigli, suggerimenti, parole di conforto se siete emotivamente debilitati, ma se non potete ascoltarci, ve ne renderete conto al mattino, quando vi sveglierete, quando vi sentirete stranamente sollevati, leggeri, quasi felici, e senza motivo. Afferrate la sensazione, trattenetela senza darvi motivazione.

Non c’è bisogno di una motivazione per essere felici, o semplicemente sereni, è una condizione dell’anima, uno stato mentale da cui si possono fare magie… anche se siete solo degli Umani.

Fate del Quinto Elemento

Fate del Quinto Elemento

Ti potrebbe interessare anche:

Tags: , , , , ,

loading...
Nessun commento

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

Per attivare le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie non tecnici, al fine di poterti mostrare video, annunci, pulsanti social per la condivisione. Prima di accettare LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, il sito Racconti di una Fata utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono preventivamente bloccati di default, puoi scegliere tu stesso se abilitarli o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra Privacy Policy? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso l'apposito pulsante presente in alto sulla sidebar del sito (alla fine della pagina per cellulari o tablet). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza all'art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 e all'articolo 13 del Regolamento UE n. 2016/679.

Chiudi