Le Ombrose Fate del Buio

Le Fate del Buio sono una razza a sé stante, una razza speciale che non rientra nell’ambito dei Quattro Elementi (e il Quinto) e dunque non interviene sui cicli vitali della Natura.

Il ruolo essenziale delle Fate dei Buio, mediante la loro semplice esistenza, è di mantenere l’equilibrio tra la luce e il buio, governano la notte e portano sovente gli incubi, ricreando nei sogni scenari realistici talvolta terribili, per insegnare prudenza, coscienza e buonsenso. Inoltre, aspetto poi fondamentale è che nell’incubo insegnano a gestire la paura, ad affrontarla e molto spesso a superarla.

Vivono in un regno buio, dalla parte opposta del Regno della Luce, sede della Regina e della maggior parte del Piccolo Popolo. Nel Regno del Buio brulicano anche creature spaventose per gli Umani, non per noi ovviamente anche se possono diventare talora molesti, ed hanno la stessa funzione onirica delle Fate del Buio. Ci sono i Vampiri, gli Orchi, i Troll, i Licantropi e gli Uomini Neri, quelli che voi Umani usate sovente per mettere in guardia i vostri bimbi.

Non sono leggende, sono realtà, anche se poi nella vostra tradizione li avete modificati, dando a queste figure caratteristiche sia fisiche che personali un po’ diverse da quelle che sono all’origine. Avete dato all’Uomo Nero ali grandi da falena, o una struttura terrificante ai Licantropi, ma questo può dipendere molto dai sogni che queste creature vi procurano, inducendovi ad adoperare la vostra fantasia per sopperire agli aspetti confusi e obliati dei sogni che difficilmente possono essere ricordati nella loro interezza e soprattutto nei dettagli.



Il Regno del Buio è il Regno della Luna, rappresenta la notte nel mondo che è sempre e comunque illuminata da una luce, la luce della Luna, di cui sono servitrici le Fate del Buio. Possiamo dire che ne siano le figlie, come quando diciamo che una Fata dei Venti è figlia dell’Elemento Aria, ma non è proprio corretto, serve puramente a dare un’idea della loro indole e della loro collocazione, perché se vi dicessi che sono figlie delle Tenebre ciò genererebbe in voi solamente confusione, dandovi un’immagine inesatta di quello che effettivamente sono.

Le Fate del Buio non si si biforcano in sottorazze come per gli altri Elementi, esiste solo una prima Fata del Buio che in quel Regno fa le veci della Regina, a cui comunque è sottoposta, e tutte queste Fate seguono le Leggi garantendone anche il rispetto e l’attuazione. Il loro castello è buio ma sempre illuminato dalla Luna, circondato da aride lande oscure e assai rocciose, che sono abitate dalle creature magiche della notte.

Il carattere di una Fata del Buio è naturalmente piuttosto ombroso, scostante e diffidente, la sua fiducia non è cieca proprio perché in ella è piantato il seme della Tenebra, pertanto è tutto quel che riguarda la vita nella notte, dove si addensano più pericoli, più tendenza al Male ma anche una maggiore tendenza al sogno, all’amore idealizzato e romantico che viene amplificato sotto un cielo stellato, indi riescono perfettamente a mantenere il loro equilibrio interiore.



Non sono cattive né irruente, come può essere una nostra sorella del Fuoco, però quel seme che custodiscono al loro interno è come brace viva che, se non opportunamente soffocata, può dar vita alla discordia e, in casi estremi, anche al Maligno.

Essere amici di una Fata del Buio è davvero difficile, bisogna faticare molto per ottenere la sua fiducia, ma se riuscite a portarle in vostro favore, queste mie misteriose sorelle possono diventare delle fedelissime e amabili alleate, portandovi i sogni più fantasiosi che abbiate mai visto…

Fata del Buio

Fata del Buio

Ti potrebbe interessare anche:

Tags: , , , , , , ,

loading...
Nessun commento

Lascia un commento

error: Contenuto protetto da Copyright

Per attivare le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie non tecnici, al fine di poterti mostrare video, annunci, pulsanti social per la condivisione. Prima di accettare LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, il sito Racconti di una Fata utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono preventivamente bloccati di default, puoi scegliere tu stesso se abilitarli o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra Privacy Policy? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso l'apposito pulsante presente in alto sulla sidebar del sito (alla fine della pagina per cellulari o tablet). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza all'art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 e all'articolo 13 del Regolamento UE n. 2016/679.

Chiudi